lunedì 16 dicembre 2013

Sbloccata la cassa integrazione per i dipendenti J.P. industries

Fabriano (Ancona), 16 dicembre 2013 - SOSPIRO di sollievo per i 700 dipendenti della Jp, l'ex Ardo in seguito alle rassicurazioni del sottosegretario allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti. Nel vertice odierno a Roma con i sindacati proprio De Vincenti ha rassicurato sul rinnovo della cassa integrazione straordinaria che scade il 31 dicembre, decisivo per continuare l'attività produttiva dell'impresa capitanata dall'industriale cerretese Giovanni Porcarelli.
“Ci è stato riferito – afferma il coordinatore nazionale del settore elettrodomestico della Uilm-Uil Gianluca Ficco – che la cassa verrà confermata per il terzo anno consecutivo, nonostante la sentenza di primo grado di annullamento della vendita. Grazie all'articolo 9 del nuovo decreto legge 136 entrata in vigore il 10 dicembre scorso, l'ammortizzatore sociale sarà garantito per tutto il 2014, in attesa del verdetto di secondo ed eventuale terzo grado dopo il ricorso effettuato proprio dal Ministero e dallo stesso Porcarelli”.

Una novità importante di cui ora si attendono i primi effetti reali in particolare del nuovo summit odierno con i sindacati stavolta impegnati a confrontarsi con i tecnici del Ministero del Lavoro sempre sulla medesima questione. “Ci attendiamo – aggiunge Ficco – riscontri concreti anche sulla date in quanto negli ultimi due mesi i lavoratori hanno ricevuto la cassa ad intermittenza e con forti slittamenti”. Infatti, dopo che il mese di settembre è stato pagato agli dall'Inps con una trentina di giorni di ritardo e solo in coda a manifestazioni ad effetto, ora gli operai attendono l'erogazione della mensilità di ottobre (per i più oltre l'80% dei proventi arriva proprio dall'ammortizzatore sociale) ed il ritardo accumulato è già di una trentina di giorni.
Alessandro Di Marco
fonte della notizia: Il resto del carlino  edizione on-line

1 commento:

  1. ogni tanto aggiornate le notizie.....grazie

    RispondiElimina

I commenti non sono soggetti a moderazione preventiva tuttavia non saranno consentiti flame, insulti o comunque un atteggiamento ritenuto lesivo della dignità altrui. L'amministrazione del blog si riserva di cancellare i commenti che a suo avviso contengano contenuti illegali, volgari o contrari al buon gusto.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.